Visita alla Sala della Protezione Civile della Regione Lombardia

18/02/2006

Visita alla Sala della PRotezione Civile della Regione Lombardia

Il gruppo dei Radioamatori ARI RE di Magenta, si è dato appuntamento il giorno 12/02/2006, presso Via Fara 26, per una visita alla sala della Protezione Civile della Regione Lombardia. Ad attenderci al freddo Gianni (I2JSN).

La visita ha avuto inizio verso le 9.15, prima tappa la “sala decisioni” con Ettore (I2EDU), Gianni (I2JSN) e Roberto (IW2BCF), dopo i primi convenevoli, Ettore ha illustrato l’organizzazione della sala operativa e dell’ ARI-RE Milano, di come operano e si possono integrare le reti radio in caso di calamità.

Ettore, ha spiegato con molta semplicità, alcuni aspetti fondamentali della Radio Emergenza, e quanto noi radioamatori possiamo diventare indispensabili in determinate condizioni. Ha infatti ricordato il bravo relatore, quando a Milano qualche anno fa, nel momento in cui l'aereo si è schiantato contro il Pirellone, le comunicazioni avessero subito un completo black-out: nessuno parlava con nessuno.

Foto2006-02-11_09.43.45.jpg (95914 byte)Foto2006-02-11_09.44.11.jpg (92578 byte)
La Sala decisioni

Foto2006-02-11_09.44.24.jpg (45512 byte)
I2EDU

Foto2006-02-11_10.45.13.jpg (78406 byte)Foto2006-02-11_10.45.21.jpg (77353 byte)
Manuel IW2NEI in giacca e cravatta (a sx) responsabile ARI-RE Magenta, foto a dx I2EDU e IW2BCF

Solo le reti radio diventano operative.

Questo fa ben capire come sia indispensabile l'interscambio di informazioni tra la sala radio della Protezione Civile ed il mondo esterno appunto attraverso noi radioamatori.

Foto2006-02-11_10.59.00.jpg (58110 byte)
La sala stampa "conquistata" da Roberto IK2RNA e da Stefano IK2BSJ

 

Successivamente siamo stati guidati da Roberto, IW2BCF, nella sala operativa, dove ad attenderci vi erano due operatori in servizio che molto cortesemente in collaborazione con Roberto hanno risposto ad ogni nostra domanda tecnico-organizzativa, mostrandoci i sistemi in uso quali stazioni di monitoraggio remoto dei parametri legati alla meteorologia e all'idrologia, caduta fulmini, terremoti, il collegamento in tempo reale con il Servizio Meteorologico Regionale di Arpa Lombardia e con la rete nazionale dei "centri funzionali regionali" per il monitoraggio dei rischi, consentendo alla Sala operativa una “vista” globale ed un costante monitoraggio dei rischi a cui è soggetto il territorio lombardo.

 

Un sofisticato sistema infotelematico di gestione dell'emergenza, con 24 postazioni di controllo (funzionanti 24 ore su 24 365 giorni l'anno), connesse anche via radio e via satellite alle sale operative di Enti locali e altre forze operative (VV.FF., 118 e rete antincendio boschivo), con una protezione assoluta da blackout e da possibili cadute di linee, rende costante il monitoraggio delle situazioni di rischio e il collegamento con le forze operative sul territorio, consentendo alla Protezione Civile Regionale di far intervenire mezzi e attrezzature da una parte all'altra della regione in caso di necessità o di richiesta proveniente dal punto di crisi locale.

 

Foto2006-02-11_11.00.28.jpg (91684 byte)Foto2006-02-11_11.00.44.jpg (84098 byte)
Foto2006-02-11_11.01.41.jpg (102057 byte)Foto2006-02-11_11.07.18.jpg (105259 byte)

 

Foto2006-02-11_11.04.53.jpg (85081 byte)Foto2006-02-11_11.25.04.jpg (83042 byte)
IW2NTF e IW2NEK contemplano la Sala della Protezione Civile

 

 

Esiste anche in tale sala un collegamento in tempo reale con l'elicottero regionale Agusta A109 (può venir fatto decollare in caso di necessità), che con le sue sofisticate telecamere e attrezzature da ricognizione, anche notturna, consente ai funzionari della Sala operativa di Milano di osservare in diretta i luoghi di una eventuale emergenza, di ricercare persone scomparse, ad esempio nella neve o nei boschi, e di inviare poi sul posto tecnici qualificati.

 

Nei locali della Sala operativa si trova anche la Sala radio ARI-RE, dedicata alle telecomunicazioni alternative di emergenza sulle frequenze radioamatoriali e gestite dai radioamatori stessi, equipaggiata con radio per la copertura dalle HF sino alle SHF ed ai sistemi ATV e VoIp, consentendo il collegamento con il Dipartimento di Protezione Civile di Roma, le Province lombarde, Prefetture e le sedi COM.

 

Foto2006-02-11_11.08.00.jpg (73549 byte)Foto2006-02-11_11.08.45.jpg (60611 byte)
Foto2006-02-11_11.21.32.jpg (78843 byte)Foto2006-02-11_11.21.58.jpg (68429 byte)
Sopra, I2EDU sintonizza la radio HF sulla frequenza del PSK31, sotto IK2BSJ, IK2HEX e IW2NTF

 

Foto2006-02-11_11.57.44.jpg (37193 byte)
Il parco antenne della sala radio

L'incontro con i gentilissimo Ettore, Gianni e Claudio, è stato molto proficuo, è fondamentale poter conoscere le nostre potenzialità, per saperle ovviamente sfruttare al meglio in caso di necessità, è proprio anche indispensabile che ci sia un feedback tra ente statale e noi radioamatori, che permetta sempre più di poter valorizzare il nostro "lavoro" di Radioamatori, al servizio della cittadinanza..... oltre che al nostro..... 

 

Ovviamente un grazie ai colleghi OM per le belle cose che ci hanno insegnato.

 

ARI - SEZIONE DI MAGENTA 20.06
Via Isonzo n. 57 - 20013 Magenta (MI)
Fraz. Ponte Vecchio di Magenta (MI) c/o Scuole Elementari “C.Lorenzini”
Apertura sede ogni venerdì dalle 21.00 alle 23.00 -/- e-mail: info@arimagenta.it

 

 

Pagina realizzata da IW2NTF